Menu
3 Pagine
Dieta: tra Benessere e Restrizione
un regime alimentare non deve mai essere una prigione, scopriamo come scegliere la dieta giusta per noi

dieta e giudizio

Quando si intraprende una dieta, capita spesso di dover rispondere a domande tipo: “ma perché non mangi quella fetta di torta? Ma sei a dieta?. Oppure essere sottoposti a giudizi sprezzanti tipo “Ma vivi e divertiti!“.

Il problema è che, purtroppo, la maggior parte delle persone associa dieta a regime restrittivo e di privazioni.

Ma già nell’antica medicina greca la parola “dieta” veniva ricondotta al complesso delle norme di vita, ovvero all’alimentazione, all’attività fisica e al riposo, atte a mantenere lo stato di salute.

Dunque qualcosa di essenziale e benefico, non certo un elenco triste e frustante di restrizioni che limitano la nostra vita.

la dieta ideale

Negli anni si sono diffusi molteplici approcci alimentari: dieta mediterranea, dieta a zona, dieta vegana, paleo, dieta flessibile, dieta da “bro”, ma anche dieta del gruppo sanguigno, dieta religiosa e dieta della banana… già, anche questa.

La “dieta ideale” dovrebbe essere personalizzata ed impostata in base a diversi parametri: l’età, il sesso, il peso/altezza, l’attività quotidiana svolta, il fabbisogno calorico.

In realtà, il business delle diete, è regolato spesso da mode del momento e “guru” più o meno improvvisati. Ognuno sbandiera il suo metodo come rivoluzionario e l’unico veramente efficace. Purtroppo molto spesso, noi cadiamo in questa trappola, seguendo l’ultimo trend. Esplode il vegan style e allora tutti diventano vegani, senza aver nessuna motivazione etica o salutistica. Tutti impazziscono per il biologico e allora guai a mangiare qualcosa che non sia bio, senza informarsi su dove e come quel prodotto sia coltivato. Dilaga la moda dell’integrale e allora tutti acquistiamo solo prodotti integrali, senza magari sapere che quella farina integrale non è, ma solo addizionata di crusca.

Tutto questo dovrebbe farci capire perchè spesso la dieta che ha fatto perdere tanti chili alla nostra amica, non funziona per noi. Se adottiamo un regime alimentare che non ci rispecchia, il fallimento è garantito. La dieta deve essere sostenibile nel breve ma anche nel lungo periodo.

Essere a “dieta” non vuol dire semplicemente mangiare ciò che ci viene prescritto, ma implica benessere, star bene con se stessi e di conseguenza con gli altri.

la dieta giusta per noi

Il nodo centrale del problema è proprio questo. Una dieta che ci “calzi a pennello” è l’unica via per star bene nel lungo periodo. Se ci si arriva attraverso una dieta mediterranea o attraverso una dieta vegana, non è importante. Ognuno ha il suo percorso, le sue problematiche, le sue preferenze ed i suoi obiettivi. Solo noi possiamo conoscere cosa è meglio per noi stessi.

Le scelte che facciamo sono insindacabili dagli altri. Ad esempio io sono passata da un approccio più “soft”, ad una dieta considerata “da bro”, ma questa è stata la scelta giusta per me. Con questo regime paradossalmente, ho risolto molti dei miei problemi con il cibo, arrivando ad avere un rapporto sereno ed equilibrato con ciò che mangio.

Rispettatevi e scegliete secondo i vostri bisogni, questo vi garantirà di trovare un percorso sostenibile che è solo vostro.

Giulia Benvenuto
Chiudi